• Avi Anav

Basta soffrire per un impronta

Per molte persone l'introduzione di oggetti in bocca come anche solo lo spazzolino per l'igiene orale può essere una condizione molto fastidiosa a tal punto da diventare un disincentivo al rivolgersi al dentista quindi non parliamo delle impronte per ricavare i calchi della bocca. Con il perfezionamento delle tecniche digitali CAD-CAM nel campo dentale adesso è possibile evitare di dover procedere per eseguire un lavoro all'utilizzo dei materiali da impronta con il loro contenitore che riempivano la bocca fino quasi alla fine del palato richiedendo in alcuni casi un tempo di permanenza in bocca fino a 7 minuti. Adesso con gli SCANNER DIGITALI INTRAORALI è possibile eseguire delle scansioni delle arcate con tutta calma ed anche facendo soste se necessario ottenendo alla fine "calchi" con una precisione molto prossima a quella delle impronte tradizionali e sicuramente superiore a quella di una impronta presa frettolosamente per la reattività del paziente


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti